Se sei un aspirante chitarrista solista, non puoi assolutamente perdere questa lezione su una delle scale chitarra più importanti, la Pentatonica.

Si tratta di una scala utilizzata grandemente in tutti gli stili musicali, come:

  • il country
  • il jazz
  • il rock
  • il blues
  • il metal

Tutti i chitarristi si rifanno a questa scala per sviluppare diversi licks.

Tutti i chitarristi si rifanno a questa scala

La Pentatonica è una scala composta da cinque suoni, per questo si chiama “Penta-tonica”, e deriva dalla scala minore.

La scala minore è composta da sette suoni, e due di questi suoni sono un po’ più difficili da utilizzare quando improvvisiamo, ecco perché vengono tolti, appunto per formare la Pentatonica.

Potete notare come la Pentatonica abbia un suono un po’ più diretto della scala minore, e questo suono piace moltissimo ai chitarristi, ecco perché è diventata così importante nella musica moderna.

Questa diteggiatura che impariamo oggi è utilizzata molto spesso dai chitarristi ed è stata la diteggiatura di base per sviluppare molti assoli famosi nella storia del rock. Questa diteggiatura viene spostata sulla tastiera e, a seconda della radice, può diventare una scala diversa.

La radice è sulla sesta corda, quindi se iniziamo la diteggiatura dal primo tasto, dove c’è il FA, avremo una Pentatonica di FA Minore; se la utilizziamo a partire dal settimo tasto, dove c’è il SI, diventa la Pentatonica di SI Minore. Ecco perché è importante conoscere la sesta corda.

Scale Chitarra Pentatonica-5.jpeg

Oggi iniziamo dal quinto tasto che è LA, quindi questa è la Pentatonica di LA Minore. Il 1° dito suona alla radice della Pentatonica. Come vediamo questa Pentatonica utilizza un dito per ogni tasto. In questo caso, siccome cominciamo la Pentatonica dal 5° tasto, il 1° dito si prenderà cura del 5° tasto, il 2° del 6°, il 3° del 7° e il 4° dell’8°.

La bellezza di questo tipo di pentatonica è che abbiamo due note per corda, quindi usiamo sempre la pennata alternata.

Un buon sistema per imparare la Pentatonica è quello di suonarla utilizzando i diversi ritmi che già conosciamo con il metronomo. Mettiamo il metronomo e suoniamo 4/4, o il 2/4, i 1/4, gli 1/8.

A me piace, per esempio, suonare la Pentatonica sul MI, utilizzando quindi le corde a vuoto, perché la 6^ corda a vuoto è MI, e in questo caso utilizzerei il 1° e il 2° dito, il 1° dito si prenderà cura del 2° tasto e il 2° dito del 3° tasto e facciamo pennata alternata.

E’ importante fare questi esercizi quotidianamente e ogni giorno prendete una pentatonica diversa, nelle diverse sezioni della tastiera, potete scegliere una velocità diversa e provare i diversi ritmi. Questo vi aiuterà moltissimo per imparare la diteggiatura come si deve, cosicché poi ,quando improvviserete, diventerà più semplice, perché ce l’avrete già nelle vostre dita.

Se questo video ti è piaciuto clicca “mi piace”.

Se hai delle domande sulle scale chitarra lascia un commento. Io risponderò e se necessario farò anche un video.

Visita il mio sito: www.lezionidichitarramoderna.com

Tagged with:
 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>